MAROCCO NEWS

Le luci di Casablanca

1 marzo 2017

Roma, 2017/02/28 , “Le Luci di Casablanca” è il titolo dell’opera dell’italiana Valeria Degl’Innocenti che è stata presentata lunedì a Roma in presenza del Sottosegretario Italiano agli Affari Esteri Vincenzo Amendola, dell’Ambasciatore del Marocco in Italia, SE Hassan Abouyoub, e di un pubblico numeroso.

Il libro (304 pagine), un romanzo autobiografico, mette in luce attraverso la storia di Valeria Degl’Innocenti, nata a Firenze nel 1914 e deceduta nel 2004 a Casablanca, la presenza italiana in Marocco e un periodo della storia del Regno, di cui la curatrice si è innamorata.

Attraverso il suo racconto, la storia dei luoghi si rivela, come l’esilio del Re Mohammed V, il protettorato francese e l’indipendenza del Marocco che la scrittrice vive in primo piano.

Valeria Degl’Innocenti ha vissuto un’esistenza  al di là delle tradizioni del suo tempo. Era una giovane donna “libera e ribelle” che ha lasciato la sua città natale, Firenze, negli anni Venti, alla ricerca di un nuovo mondo attraversando tre continenti (Europa, America e Africa).

A 13 anni, lascia la casa per andare a lavorare presso la famiglia di un Console (suo cugino) cui è assegnato un paese europeo. Ha poi viaggiato in diversi paesi fino ad arrivare a Broadway, negli Stati Uniti, dove  diventa un’attrice. Nel 1947, parte per il Marocco per vedere la sua famiglia, e il destino la blocca nel Regno, dove sposa un marocchino dal quale avrà tre figli. Si innamorerà della saggezza marocchina grazie alla suocera e affronterà la vita nonostante gli ostacoli.

“Ciò che rende questo romanzo interessante è soprattutto la sua lezione di tolleranza interculturale in un’epoca in cui non se ne parla, e la convivenza pacifica tra le religioni come dimostra il matrimonio misto tra Valeria e suo marito musulmano” ha dichiarato alla MAP la scrittrice italiana, Roberta Yasmine Catalano. Quest’ultima ha preso l’iniziativa di tradurre in italiano il manoscritto redatto in francese da Valeria Degl’Innocenti, che aveva confidato prima della sua morte ai parenti il dispiacere di non  aver pubblicato il suo lavoro.

Inframmezzata da letture di brani del libro, la cerimonia di presentazione, a cui hanno partecipato anche dai familiari dell’autrice, è stata caratterizzata in particolare dagli interventi del Sottosegretario Amendola e dell’Ambasciatore Abouyoub, che si sono rallegrati del  “lavoro originale” dal punto di vista  delle relazioni marocco-italiane fino ad allora inesplorate.

Hanno colto l’occasione per ricordare i legami storici tra Italia e Marocco, mettendo in evidenza le caratteristiche fondamentali delle comunità marocchine e italiane  in Italia residenti in entrambi i paesi e il loro contributo in vari campi.

Yasmine Catalano è una scrittrice di origine italo-libanese, autrice tra gli altri del libro “Schegge di memoria, gli italiani in Marocco” (edizioni Senso Unico, Mohammedia 2009), che ripercorre la storia della comunità italiana nel Regno dove ha trascorso la sua infanzia.

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma