MAROCCO NEWS

Regno del Marocco: La Marcia Verde

7 novembre 2015

La Marcia Verde, un’epopea scolpita per sempre negli annali della storia moderna del Regno

Il Marocco celebra, il 6 novembre di ogni anno, in un clima di orgoglio e di mobilitazione generale, l’anniversario della Marcia Verde, un passo importante nella lotta per l’indipendenza e il completamento dell’integrità territoriale.

La celebrazione del 40° anniversario della gloriosa Marcia Verde, un’epopea scolpita negli annali della storia moderna del Regno, imprime un nuovo slancio per dare impulso, rafforzare il processo di sviluppo e di riforme avviato da SM il Re Mohammed VI, in grado di contrastare le manovre e i complotti orditi dai nemici dell’integrità territoriale.

Da Tangeri a Lagouira, fervono le manifestazioni commemorando questo evento, divenuto pietra miliare nella storia nazionale, lanciato quarant’anni fa dal Re Hassan II, che aveva esortato il popolo marocchino a mobilitarsi nel quadro di una marcia pacifica. Una marcia di liberazione per completare l’integrità territoriale del Regno e il recupero delle province sahariane, sotto occupazione spagnola.

Così 350.000 volontari civili, uomini e donne di tutte le età provenienti da tutto il Regno, hanno risposto, senza attendere, alla chiamata del Re all’unità.

Muniti, con la sola arma dell’incrollabile fede nella loro giusta causa e brandendo il Sacro Corano e la bandiera nazionale, una marea umana di volontari sono confluiti a Tarfaya in maniera pacifica consentendo la liberazione e il recupero delle province del sud.

Questa marcia, un vero esempio della perfetta simbiosi tra il popolo marocchino e il glorioso trono alawita, testimonia, se necessario, il genio del Re unificatore che, il 28 febbraio 1976, è riuscito in modo pacifico a far svettare alti nel cielo di Laayoune i colori nazionali, annunciando la fine della presenza coloniale spagnola nel Sahara marocchino.

La celebrazione del 40° anniversario di questa epopea è dunque un ulteriore occasione per il popolo marocchino a ribadire la sua unanimità indefettibile e la sua mobilitazione totale con Sua Maestà il Re nel preservare e difendere l’integrità territoriale del Regno, conformemente alla legittimità storica e al diritto internazionale.

Più che una dimostrazione di saggezza, intelligenza e lungimiranza, i marocchini danno prova, in questo modo, di attaccamento ai valori della pace e della tolleranza; la celebrazione del 40° anniversario della gloriosa Marcia Verde riflette anche la determinazione, il coraggio e la creatività del popolo marocchino e la sua disponibilità permanente nel difendere la patria ed agire per il  completamento della sua integrità territoriale, come dovere religioso, nazionale e morale.

Incarnando la simbiosi totale e perenne tra il Trono e il popolo, l’evento rifletteva anche una mobilitazione generale di tutta la nazione dietro il nostro venerato Padre, Sua Maestà il Re Hassan II, che ha fatto, in realtà, due Marce complementari: quella per il completamento della nostra integrità territoriale, coronata dalla ripresa delle nostre province sahariane, e quella che segna il completamento della costruzione del nostro edificio in materia di sviluppo e di democrazia “, aveva sottolineato Sua Maestà il Re Mohammed VI nel suo discorso in occasione della commemorazione del 26° anniversario di questa epopea.

Dal momento della sua ascesa al trono, SM il Re Mohammed VI si è impegnato a completare e consolidare i progressi compiuti a livello nazionale e internazionale, facendo della democratizzazione,  decentralizzazione e regionalizzazione punti cardinali della politica del Regno.

La commemorazione di questo evento storico ricorda, inoltre, alle nuove generazioni i sacrifici per la causa nazionale e gli sforzi compiuti per la ricerca di una soluzione politica negoziata e accettata dalle parti nel conflitto del Sahara.

Nonostante le manovre dei nemici dell’integrità territoriale per minare gli sforzi e le iniziative del Marocco per trovare una soluzione pacifica, giusta e definitiva a questo conflitto artificiale, il Regno non ha cessato di esprimere la sua disponibilità e determinazione a lavorare per raggiungere una soluzione che permetta ai popoli del Maghreb di vivere nella stabilità e affrontare le minacce che pesano sulla regione.

La celebrazione di questo anniversario è un evento eccezionale sia a livello delle regione di Laâyoune-Sakia El Hamra e Dakhla- Oued Ed Dahab che a livello nazionale.

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma