MAROCCO NEWS

1° Forum dei porti africani

8 luglio 2019

Tangeri, 06/07/2019 – Il 1 ° Forum dei porti africani, tenutosi il 4-5 luglio a Tangeri con la partecipazione di decine di esperti e istituzioni nazionali e internazionali, è stato coronato dalla creazione di una Task Force al servizio della competitività portuale del continente africano.

In un comunicato del complesso portuale indica che su iniziativa di Tanger Med “è stata creata una task force con una piattaforma digitale (che) consentirà la condivisione di esperienze tra le autorità portuali ma anche per stabilire un coordinamento strategico intorno a questioni di interesse comune come l’integrazione logistica tra porti e corridoi terrestri, il potenziamento delle autorità portuali, l’emergere di porti di nuova generazione in Africa … “.

La dichiarazione ha aggiunto che, in linea con il lancio delle operazioni portuali di Tangeri Med 2, Tanger Med ha riunito le autorità portuali africane da più di 30 paesi, sottolineando che i partecipanti hanno elogiato “l’ispirazione della Visione Reale come fonte di ispirazione per continente, e che ha permesso al Marocco di avere il più grande complesso portuale in Africa e nel bacino del Mediterraneo “.

Questa posizione di leader in Africa sia in termini di traffico, modello di sviluppo e integrazione dei porti industriali, continua la fonte, “suscita l’interesse di molte autorità portuali”.

Con una capacità totale di 9 milioni di container e collegato a 186 porti del mondo in 77 paesi, Tanger Med è “ora l’hub di riferimento nel Mediterraneo per servire la competitività dei corridoi logistici africani”, dice uno.

I rappresentanti delle autorità portuali partecipanti al Forum hanno visitato, alla presenza del Presidente del Consiglio di Sorveglianza dell’Agenzia Speciale Tangeri-Mediterraneo, M. Fouad Brini, le strutture e i servizi del complesso portuale e le sue zone libere industriali e logistiche.

In questo contesto, il direttore generale dell’Autorità portuale di Tangier-Med (TMPA), M. Mehdi Tazi Riffi, ha dichiarato alla stampa che, in linea con il lancio delle operazioni portuali di Tangier Med 2, Tanger Med ha preso l’iniziativa riunire le autorità portuali africane di oltre 30 paesi per condividere l’esperienza di sviluppo di Tangier-Med, affermando che questa esperienza ha stabilito “un modello di sviluppo unico a livello continentale”.

Il funzionario ha ricordato che per due anni, Tangeri-Med è “il primo porto dell’Africa, di fronte a Port-Said (Egitto) e Durban (Sud Africa)”, con la più grande capacità portuale nel Mediterraneo, e all’integrazione delle prime 20 piattaforme in tutto il mondo. “

Da parte sua, il direttore generale del porto autonomo di Kribi (Camerun), M. Patrice Melom, ha ritenuto che il porto di Tangeri-Med svolga il ruolo di “locomotiva”, il cui successo incoraggia i paesi africani a imparare dalla sua esperienza . Mr. Melom ha elogiato la “Visione Reale illuminata” che ha presieduto il lancio di questo complesso portuale multidimensionale.

Il funzionario camerunese ha sottolineato “con grande orgoglio, che il porto di Kribi è stato progettato a immagine di quello di Tangeri-Med”, aggiungendo: “Ci siamo concessi di appropriarsi della visione di Sua Maestà, e siamo orgogliosi di vedere che questo porto di Tangeri si evolve come è stato progettato, e speriamo che il porto di Kribi si evolverà allo stesso modo “.

TangerMed-concrrence-des-ports-M3-504x300-504x300

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma