MAROCCO DOSSIER

HCP, Economica Marocco: +4,5% nel 2015

Rabat, 07/06/2016  – Secondo l’Alto Commissariato al Piano (HCP), la crescita economica nazionale è salita del 4,5% nel 2015 contro il 2,6% del 2014, trainata dalla domanda esterna in un momento in cui la domanda interna ha registrato un netto rallentamento.

In una nota informativa sui conti nazionali del 2015, l’HCP ha spiegato che questa evoluzione è il risultato di un forte aumento del valore aggiunto dell’attività agricola, che è cresciuta del 12,8% in termini di volume, contro un calo del 2,2% nel 2014, e di un tasso di crescita “moderato” delle attività non agricole, con un aumento dell’1,9% rispetto al 2,5% un anno prima.

Dato l’aumento delle imposte al netto dei contributi sui prodotti del 15,8%, il tasso di crescita del PIL è stato del 4,5% nel 2015 al posto del 2,6% nel 2014, secondo la nota che precisa che il PIL a prezzi correnti è aumentato del 6,3%, avviando così un aumento del livello generale dei prezzi dell’1,7% nel 2015 contro lo 0,3% nel 2014.

“La crescita economica è stata significativamente trainata dalla domanda esterna, in particolare con un’evoluzione delle esportazioni di beni e servizi del 6% in volume nel 2015, al posto del 8,4% nel 2014, mentre le importazioni sono diminuite del 3,1% rispetto ad un incremento del 3,3% l’anno precedente.

Di conseguenza – ha fatto sapere l’HCP –  gli scambi esterni netti hanno contribuito positivamente alla crescita economica, con 3,5 punti al posto di 1,2 punti nel 2014.

Per quanto riguarda la domanda interna – ha aggiunto – essa ha registrato un leggero aumento dello 0,9% nel 2015, contro l’1,2% nel 2014 e un contributo alla crescita del PIB di 1 punto, a fronte di 1,3 punti l’anno precedente. In questo contesto, le spese di consumo finali delle famiglie sono aumentate del 2,4% contro il 3,5% nel 2014, contribuendo così per 1,1 punti alla crescita.

Da parte sua, i consumi finali delle amministrazioni pubbliche hanno registrato  un tasso di crescita quasi identico a quello del 2014, ovvero 1,9%, contribuendo così di 0,4 punti alla crescita.

Da parte sua, la formazione lorda di capitale fisso (FBCF), ha registrato una crescita positiva dell’1,5%, a fronte di un calo del 2,1% l’anno prima, contribuendo alla crescita dello 0,5%.

La necessità di finanziamento dell’economia si è notevolmente alleggerita in un quadro di controllo dell’inflazione. Infatti, con una crescita del PIL a prezzi correnti (+ 6,3%) e un abbassamento dei redditi netti del resto del mondo (-7,4%), il Reddito nazionale lordo disponibile (RNBD) è aumentato del 5,5% nel 2015 al posto del 2,8% nel 2014.

Il risparmio nazionale lordo, a sua volta, ha visto una fase di miglioramento, passando dal 26,4% del PIL al 28,3% nel 2015 – ha osservato la stessa fonte – notando che l’investimento lordo (FBCF e variazione di stocks) ha rappresentato il 30,2% del PIL nel 2015 al posto del 32,2% nel 2014, ed è stato finanziato per il  93,6% del risparmio nazionale lordo, contro l’82,1% nel 2014.

Quindi, la necessità di un finanziamento dell’economia nazionale è scesa in modo significativo passando dal 5,8% del PIL nel 2014 all’1,9% nel 2015.

Sede dell'Alto Commissariato al Piano (HCP),

Sede dell'Alto Commissariato al Piano (HCP),

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma