MAROCCO NEWS

I porti turistici del Mediterraneo

27 ottobre 2017

Tangeri, 26/10/2017 – Giovedì a Tangeri si è aperta la prima edizione delle Giornate internazionali sui porti turistici mediterranei (26-27 ottobre) con un particolare focus sulle risorse del Marocco per lo sviluppo del settore dei porti turistici e del turismo balneare.

In programma, tre seminari incentrati su “accoglienza e servizi ai diportisti”, “quadro normativo del diporto” ed “economia blu e gestione sostenibile dei porti turistici”.

Nel suo intervento, il Ministro delle Infrastrutture, dei Trasporti, della Logistica e dell’Acqua, Abdelkader Amara, ha posto l’accento sul forte potenziale del Marocco per lo sviluppo delle attività turistiche e balneari.

Con i suoi 3500 km di costa, il Marocco dispone di 7 marine comprensive di infrastrutture alberghiere e residenziali integrate, e numerosi bacini da diporto per un totale di più di 4.000 attracchi distribuiti sui due affacci mediterraneo e atlantico.

La situazione geografica favorevole, le attrazioni turistiche del Paese e la vicinanza di grandi bacini da diporto sono risorse che consentiranno al Regno di posizionarsi in questo settore attraverso l’attuazione di strategie forti e proattive, tanto a livello turistico che portuale – ha affermato il Ministro. In tale contesto Amara ha indicato che la strategia portuale nazionale per il 2030, sviluppata in sinergia con la visione turistica 2020, prevede lo sviluppo del settore diporto grazie in particolare alla realizzazione delle infrastrutture portuali di qualità e al miglioramento della loro connettività, terrestre e aerea.

Il Ministro Amara ha poi invitato i Paesi del Mediterraneo a lavorare di concerto rafforzando lo spirito di complementarità tra i loro porti turistici, per soddisfare le nuove esigenze di qualità di servizio, sicurezza e sviluppo sostenibile.

Da parte sua, il Segretario di Stato per il Ministro del Turismo, del Trasporto aereo, dell’Artigianato e dell’Economia sociale, incaricato del Turismo, Lamia Boutaleb, ha ricordato la crescita sostenuta registrata dal turismo da diporto, notando tuttavia come tale settore nel Mediterraneo sia caratterizzato da un forte squilibrio tra le due Sponde.

Da una parte – ha spiegato il Segretario – il Nord, con un mercato del diporto maturo e infrastrutture numerose, dall’altro, invece, il Sud dotato di un mercato del diporto nascente, infrastrutture presenti ma non ancora sviluppate, con una concentrazione su due Paesi: Marocco e Tunisia “.

Organizzato dal Ministero delle Infrastrutture, dei Trasporti, della Logistica e dell’Acqua, in collaborazione con la Confederazione internazionale dei porti turistici del Mediterraneo (CIPPM), l’Associazione dei porti turistici marocchini (APPM) e la Società marocchina per l’ingegneria turistica (SMIT), questo evento, della durata di due giorni, ospita più di 150 esperti e professionisti provenienti dai Paesi mediterranei, tra cui Spagna, Francia, Italia, Portogallo, Tunisia, Algeria ed Egitto.

Journées internationales sur les ports de plaisance méditerranéens 2017

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma