MAROCCO NEWS

Ministro Bourita: La PEV è più che necessaria in un contesto di crisi pandemica

27 novembre 2020

Rabat – 26/11/2020 “La politica europea di vicinato (PEV) è più che necessaria, in considerazione del contesto della crisi pandemica che stiamo vivendo”, lo ha detto giovedì il Ministro degli Affari Esteri, della Cooperazione africana e dei marocchini residenti nel straniero, Nasser Bourita.

Nel suo discorso in occasione della conferenza ministeriale “UE-vicinato meridionale, per una rinnovata associazione”, il Ministro ha indicato che Covid-19 ha sfidato il concetto di vicinato, ha dato un altro significato al concetto di sicurezza e hanno dimostrato debolezze, ma ha anche rivelato opportunità da sfruttare insieme.

Dopo 17 anni di attuazione, l’PEV conserva tutta la sua rilevanza strategica, ha osservato, sottolineando che è rilevante nel suo spirito, quello di offrire a questi diversi vicini percorsi di partenariato differenziati, rilevanti nel suo metodo, poiché mobilita una serie di strumenti e programmi secondo metodi nuovi e rilevanti per la sua esperienza, quella di riunire paesi diversi.

Pertanto, l’acquis della PEV assume la forma di un dialogo politico istituzionalizzato, con oltre 30 miliardi di euro investiti tra il 2003 e il 2020, attraverso metodi di sostegno diversificati, a volte complessi ma sempre adattati, cooperazione settoriale strutturata e accesso aperto ad agenzie e programmi, ha osservato il ministro.

Tuttavia, i 17 anni della PEV hanno mostrato alcuni limiti da superare, ha osservato, sottolineando che alla fine non ha dispiegato un’offerta sufficientemente fruttuosa per ridurre il divario di sviluppo tra le due sponde. “La ricchezza prodotta nel Sud è 13 volte inferiore rispetto al Nord e la differenza nel tenore di vita è quasi 1 su 5″, ha detto il Ministro.

“Sul metodo, la PEV ha finito per erigere come un tetto quello che potrebbe essere, per alcuni – incluso il mio paese – un livello piatto di cooperazione”, ha affermato, aggiungendo che sull’approccio, il contributo degli strumenti le risorse finanziarie sono rimaste limitate.

La PEV deve trascendere la pura logica finanziaria, ha suggerito il Ministro, aggiungendo che una PEV rinnovata trarrebbe vantaggio dall’avere strumenti flessibili, adattati all’impegno e alle priorità di ciascun partner. Ha anche invocato un maggiore coinvolgimento del Sud nel processo decisionale che lo riguarda, come i membri dello Spazio economico europeo. Per quanto riguarda il Marocco, il Ministro ha affermato che l’Unione europea è una prova geostrategica. “Sua Maestà il Re Mohammed VI è molto ben informato sull’UE, i suoi meccanismi e il suo partenariato con il Marocco. Il Sovrano ha stabilito per noi una rotta, che è la nostra dottrina”, ha sottolineato. Con il suo Statuto avanzato, il Marocco ha fatto, con l’Ue, la scelta di ricapitalizzare i rapporti attorno a un partenariato globale, ha assicurato il Ministro, affermando che “siamo determinati a ottimizzare l’opportunità rappresentata dalla revisione della PEV, per andare insieme su ambiti del futuro, come le doppie transizioni – digitale e verde – attraverso la conclusione di Patti verdi e digitali”.  Il Ministro ha parlato anche di “ricerca e innovazione nel campo della salute, per costituire un baluardo contro le crisi future”. La politica europea di vicinato (PEV) dell’Unione europea mira ad avvicinare l’Europa ai suoi vicini, nel loro reciproco interesse. È stato lanciato con l’obiettivo di aiutare l’UE a sostenere e promuovere la stabilità, la sicurezza e la prosperità nelle sue immediate vicinanze. Nel 2015 l’UE ha avviato una consultazione pubblica e una revisione della PEV, un processo che ha portato alla pubblicazione, nel novembre dello stesso anno, di una comunicazione congiunta per adattare questa politica alle sfide e alle crisi che hanno colpito regioni limitrofe dal 2008.

Ministro degli Esteri del Marocco Bourita

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma