MAROCCO NEWS

Operazione Marhaba 2016

30 giugno 2016

Tangeri, 29/06/2016 – Tangeri – SM il Re Mohammed VI ha visitato, mercoledì, il porto di Tangeri Med dove ha avuto modo di soffermarsi sulle misure adottate dalla Fondazione Mohammed V per la solidarietà e dai suoi partner per il rafforzamento del dispositivo d’accoglienza dei Marocchini residenti all’estero (MRE), come parte dell’operazione “Marhaba 2016″.

La visita del Sovrano riflette l’impegno e la preoccupazione del Re per il successo di questa  grande operazione umanitaria, consistente nell’accompagnare lo spostamento di più di 2 milioni di marocchini tra il loro Paese di residenza in Europa e il loro Paese d’origine, il Marocco, durante l’estate.

Questa 17° edizione del Marhaba (5 giugno – 15 settembre 2016), è stata concepita per soddisfare le esigenze dei MRE in termini di assistenza amministrativa e medica e per sostenere l’intensità del traffico marittimo e aereo riscontrata in questa occasione.

A tal fine, la Fondazione Mohammed V per la Solidarietà ha disposto 17 aree di accoglienza ad hoc in cui quasi 500 assistenti sociali e oltre 260 medici, paramedici e volontari sono al servizio e dei marocchini residenti all’estero per fornire l’assistenza necessaria.

Per l’Operazione Marhaba 2016, l’autorità del porto di Tangeri Med ha adottato un piano per riconfigurare il Porto che coinvolge la riassegnazione delle banchine e delle zone di carico (veicoli/camion), la creazione di 17 aree d’imbarco, una maggiore ombreggiatura e illuminazione, aumento dei servizi igienici e dei punti di ristoro, lo sviluppo della rete di segnalazione e del sistema audio, e la creazione di un sistema di rilevamento in tempo reale dei veicoli.

Per finanziare le operazioni Marhaba 2013-2017 è stato stanziato un budget  di 202 milioni di dirham. L’Autorità Portuale ha anche istituito un meccanismo per raddoppiare la capacità di trattamento e ottimizzare i tempi di transito degli utenti nelle migliori condizioni di fluidità, comfort e sicurezza. Per i passeggeri che arrivano in Marocco, le formalità di controllo (bollatura dei passaporti) sono eseguite a bordo delle navi durante il viaggio.

I passeggeri a piedi o di pullman accedono al porto di Tangeri Med passeggeri attraverso il “Tanger Med Port Center” che dà accesso diretto alla stazione marittima. I controlli di polizia e doganali avvengono nella stazione. Un servizio di navette intra-portuale garantisce il trasferimento dei passeggeri-pedoni direttamente dalla zona di sbarco alla stazione marittima. Un servizio di taxi, autobus e treno è a disposizione dei passeggeri a piedi per il trasferimento a Tangeri.

Ai passeggeri con veicoli, è destinata un’area di accesso e di ispezione frontaliera comprensiva di 16 punti di controllo della polizia per il trattamento di 500 veicoli all’ora, senza che il passeggero scenda dal suo veicolo, cinque uffici di controllo della dogana, e 1000m² coperti dedicati all’ispezione dei veicoli.

Il Ministero delle Infrastrutture, Trasporti e Logistica, ha inoltre adottato un pacchetto di misure miranti, tra le altre cose, a rafforzare il controllo delle navi e la sorveglianza marittima e lo sviluppo di un piano di flotta Marhaba 2016. Questo piano prevede delle linee di trasporto marittimo per tratte brevi (Tanger Med – Algésiras, Tanger Med – Motril, Tanger Ville – Tarifa, Nador – Alméria, Nador – Motril, Al Hoceima- Motril), servite da 24 navi, e per tratte lunghe (Tanger Med – Barcelone – Livourne, Tanger Med – Barcelone – Gênes, Tanger Med – Barcelone – Sète, Nador-Sète), servite da cinque navi.

Da notare inoltre la creazione di una nuova compagnia di navigazione marocchina denominata “Africa Morocco Link” (AML), come parte di una partnership tra il Gruppo BMCE Bank e un gruppo professionale.

La nuova compagnia serve, dall’inizio di questo mese, il collegamento marittimo Tangeri Med – Algeciras con un primo traghetto battezzato “Le Diagoras”, della capacità di 1.135 passeggeri e 280 automobili. Altri due traghetti entreranno in funzione a luglio per servire la stessa linea. Dal primo semestre 2017, la società “Africa Morocco Link” coprirà i collegamenti marittimi Nador-Alméria e Tanger Med – Sète.

SM-LE-ROI-TANGER

Tangeri, 29/06/2016 - Tangeri - SM il Re Mohammed VI ha visitato, mercoledì, il porto di Tangeri Med dove ha avuto modo di soffermarsi sulle misure adottate dalla Fondazione Mohammed V per la solidarietà e dai suoi partner per il rafforzamento del dispositivo d'accoglienza dei Marocchini residenti all'estero (MRE), come parte dell'operazione "Marhaba 2016"

Tangeri, 29/06/2016 - Tangeri - SM il Re Mohammed VI ha visitato, mercoledì, il porto di Tangeri Med dove ha avuto modo di soffermarsi sulle misure adottate dalla Fondazione Mohammed V per la solidarietà e dai suoi partner per il rafforzamento del dispositivo d'accoglienza dei Marocchini residenti all'estero (MRE), come parte dell'operazione "Marhaba 2016"

Leggi anche

MRE, Operazione Marhaba 2015

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma