MAROCCO NEWS

Opportunità di investimento in Marocco evidenziate a Rencontres Africa 2020

24 novembre 2020

Parigi 24/11/2020- Le opportunità di investimento in Marocco, la porta d’accesso al continente africano, sono state evidenziate martedì all’Incontro Africa 2020.

Questo evento di due giorni, considerato “il più importante evento aziendale in Africa”, si tiene alternativamente in Francia e in Africa e riunisce imprenditori, investitori, responsabili di progetto e decisori politici di più di 30 paesi africani e Francia.

Quest’anno gli incontri africani, giunti alla loro quinta edizione, si sarebbero tenuti nella regione Auvergne-Rhône-Alpes, ma a causa del contesto legato all’epidemia di Coronavirus, gli organizzatori hanno deciso di mantenerli ma in forma digitale.

“Il Marocco, porta d’accesso al continente africano, offre significative opportunità di investimento”, ha sottolineato il Presidente della Regione Rabat-Salé-Kénitra, Abdessamad Sekkal, intervenuto durante una videoconferenza sul tema “L ‘Africa, tra crisi e ripresa”.

“C’è una forte dinamica economica che si sta sviluppando nel Regno”, ha detto, citando in particolare il caso nella regione di Rabat-Salé-Kénitra.

“Questa regione è la prima regione agricola del Marocco che ha un potenziale molto significativo. Oggi sono tanti gli investitori stranieri che investono in quest’area, ma purtroppo pochi francesi”, ha indicato il signor Sekkal, invitando gli investitori francesi, interessati al settore agricolo, a investire in Marocco in questa regione, sia nell’agricoltura che in altri settori correlati come l’agroalimentare, soprattutto perché la regione è in procinto di preparare un’Agropoli molto grande che si svilupperà su un’area di quasi 600 ettari . Un decennio fa, la regione non era altamente industrializzata con la presenza di poche zone industriali, in particolare nel campo del tessile e in altre aree di attività industriale, in particolare nella città di Salé. Oggi c’è uno sviluppo molto importante, sia nel campo delle nuove tecnologie con Technopolis a Salé, ma soprattutto con la grande zona di accelerazione industriale di Kénitra che costituisce una delle più importanti piattaforme industriali moderne in Marocco, ha dettagliato Mr. Sekkal.

Inoltre, ha aggiunto, è in questa zona di accelerazione industriale che si trova la casa automobilistica PSA. Un’area che sta vivendo uno sviluppo molto significativo in tutto ciò che è automobilistico, aeronautico, cablaggio e altri settori.

“La nostra ambizione oggi è fare della regione di Rabat-Salé-Kénitra una delle più importanti destinazioni industriali del Marocco, soprattutto perché gode di una posizione strategica nel cuore della più importante zona industriale. dinamiche del Regno tra Casablanca, Fès-Meknes e Tangeri-Tétouan ”, ha affermato il presidente della regione.

“Oggi questa regione offre opportunità in vari settori industriali e siamo molto aperti ad accogliere gli industriali, sia nelle piattaforme esistenti che in quelle in fase di sviluppo e sviluppo”, ha aggiunto.

Il signor Sekkal, anche vicepresidente dell’Associazione internazionale delle regioni (AIRF), delegato per la Francofonia economica, ha chiesto che la cooperazione decentralizzata faccia parte di una logica di cooperazione Nord-Sud-Sud.

“Questa cooperazione, oltre al fatto che aiuta a conoscersi meglio, è importante anche per scambiare le nostre esperienze e in particolare per permettere alle regioni meridionali di beneficiare delle esperienze delle regioni settentrionali perché oggi la scelta della regionalizzazione è una scelta essenziale “, ha detto.

“In Marocco, oggi, siamo molto consapevoli che la costruzione di un nuovo modello di sviluppo economico può essere fatta solo sulla base del rafforzamento del ruolo dei territori e dell’incontro dei centri decisionali con i cittadini”, ha aggiunto. ha detto, sottolineando che questo può essere fatto solo a livello regionale, perché la regione è il territorio più adatto per sviluppare visioni di sviluppo integrato e territorializzato.

“Oggi dobbiamo essere in una logica di co-sviluppo e partenariato intra e inter-africano. Da lì, c’è bisogno che i nostri partner del Nord, più precisamente in Europa, assorbano questa logica e siano convinti che l’Africa debba svilupparsi economicamente con partner favorevoli al co-sviluppo “, ha spiegato.

Creato nel 2016, Rencontres Africa assume la forma di un accordo commerciale tra manager di società francesi e africane. Si svolgono ogni anno alternando Francia e Africa.

Organizzati sotto l’alto patrocinio congiunto del Ministero degli Affari Esteri francese e di quello dell’Economia, questi Incontri mirano a offrire incontri tra aziende africane e francesi, promuovere scambi, aumentare i partenariati e discutere le condizioni per una crescita accelerata e creativa dei lavori.

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma