MAROCCO NEWS

Predicazione e religione

1 dicembre 2017

Rabat, 30/11/2017 – In occasione della veglia religiosa presieduta dal Sovrano nella moschea Badr a Rabat in occasione dell’Aid Al Mawlid Annabaoui Acharif, il ministro degli Habous e degli Affari islamici, Ahmed Toufiq, ha sottolineato come, grazie agli orientamenti di Sua Maestà il Re, Comandante dei fedeli, e alla Sua benevolenza, il Marocco adotti un’architettura di predicazione moderna, rigorosa nei suoi fondamenti e rafforzata e sostenuta attraverso i suoi strumenti e meccanismi, per soddisfare le esigenze dei fedeli e preservare la religione contro ogni strumentalizzazione

Nel presentare una sintesi della relazione annuale sui risultati delle attività del Consiglio superiore e dei Consigli locali degli Ulema, il ministro ha anche indicato che la celebrazione di tale veglia è l’occasione per riflettere su ciò che è stato realizzato sotto la guida illuminata di sua Maestà il Re, depositario della carica suprema di Imarat Al Moumine, per la diffusione dei nobili precetti e valori dell’Islam.

In merito all’azione degli Ulema, oltre al programma annuale del Consiglio superiore e dei Consigli locali degli Ulema, Toufiq ha menzionato diverse iniziative finalizzate a risollevare tale azione, tra cui l’aggiornamento del programma di qualifica degli imam.

Il Ministro ha anche ricordato lo stanziamento, da parte del ministero, di 766 milioni di DH per le moschee per lavori di costruzione, riabilitazione, restauro ed equipaggiamento.

Per quanto riguarda gli addetti religiosi, il ministro ha ricordato che l’Istituto Mohammed VI per la formazione degli Imam predicatori e delle predicatrici ha formato il dodicesimo corso di Imam marocchini, aggiungendo che la diffusione dell’Istituto a livello internazionale è aumentata.

Per quanto riguarda la componente sociale, la Fondazione Mohammed VI per la promozione delle opere sociali degli addetti religiosi per quest’anno ha fornito una serie di prestazioni sociali che hanno giovato a 90.000 membri. Queste prestazioni si riferiscono all’assistenza medica, a quella abitativa, al matrimonio e all’istruzione dei bambini, oltre al sostegno di progetti generatori di reddito per le vedove e le persone con bisogni specifici.

Ahmed-toufiq-504x3001-504x300

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma