MAROCCO NEWS

Prospettive delle energie rinnovabili in Marocco

17 giugno 2021

Roma, 15/06/2021 – L’Ambasciatore del Marocco in Italia, Youssef Balla, ha evidenziato i punti di forza del Regno nel campo delle energie rinnovabili, l’evoluzione dinamica di questo settore e le prospettive di sviluppo, in un incontro organizzato dalla Confindustria delle Imprese Italiane del Friuli-Venezia Giulia “Confindustria Alto Adriatico” di Pordenone, Italia nordorientale.

Nel suo intervento durante questo incontro organizzato lunedì sera sul tema “Ripresa economica e transizione ecologica: il caso del Marocco”, l’Ambasciatore Balla ha sottolineato gli sforzi compiuti dal Regno per sviluppare le energie rinnovabili e i risultati raggiunti dal Marocco nel campo dell’efficienza energetica, rilevando che il Regno ha un obiettivo ambizioso, ovvero aumentare la quota di energie rinnovabili a oltre il 52% del suo mix energetico entro il 2030.

Ha affermato che grazie alla sua strategia energetica, il Marocco ha avviato una dinamica di sviluppo integrato per molti settori, ricordando che il nuovo piano elettrico 2021-2030 è interamente basato su energie pulite e rinnovabili.

Inoltre, l’ambasciatore ha indicato che il Regno non è stato risparmiato dalle ripercussioni della crisi sanitaria, rilevando d’altra parte che alcuni settori come l’agroalimentare e l’industria automobilistica hanno mostrato resilienza e hanno registrato una crescita positiva nel 2020 .

Ha aggiunto che questa crescita positiva è la prova della forza economica del Marocco, grazie all’adozione di molti piani e all’attuazione di profonde riforme, oltre alla stabilità politica di cui gode il Regno, nonché ai grandi progetti di sviluppo che vi sono stati avviati .

Balla ha inoltre ricordato che la nuova strategia “Green Generation” per il periodo 2020-2030 attribuisce grande importanza allo sviluppo di un’agricoltura solidale volta a consolidare i guadagni accumulati negli ultimi dieci anni, dando priorità all’elemento umano, al fine di far emergere una classe agricola.

Dall’altro lato, l’Ambasciatore Balla ha sottolineato il ruolo che il Marocco svolge come locomotiva dello sviluppo economico del continente africano, evidenziando le distinte relazioni del Regno con i suoi partner africani.

Ha inoltre sottolineato che le relazioni tra Marocco e Italia sono storiche, solide e multidimensionali, rilevando che si sono rafforzate nel tempo e hanno conosciuto nuovo slancio dopo la firma del partenariato strategico multidimensionale nel 2019 a Rabat.

L’Ambasciatore ha sottolineato il ruolo cruciale degli uomini d’affari nel rafforzamento delle relazioni tra i due Paesi e nel raggiungimento di uno sviluppo sostenibile e globale nella regione del Mediterraneo, che attualmente sta attraversando grandi trasformazioni.

L’incontro, che ha visto la partecipazione di imprenditori, operatori economici e funzionari, è stata l’occasione per discutere le sfide, i modelli, le opportunità e le prospettive nel campo della transizione ecologica sia in Marocco che in Italia.

L'Ambasciatore Youssef Balla con il Presidente Confindustria Alto Adriatico sig. Michelangelo Agrusti e il Sindaco di Pordenone

L'Ambasciatore Youssef Balla con il Presidente Confindustria Alto Adriatico sig. Michelangelo Agrusti e il Sindaco di Pordenone

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma