MAROCCO NEWS

Sahara marocchino: Nuova Risoluzione ONU

31 ottobre 2019

Rabat, 31/10/2019 – Adottando mercoledì la risoluzione 2494 sul Sahara marocchino, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha ribadito l’importanza della posizione marocchina e conferma la dinamica positiva e il sostegno sempre più forte dei fondamenti di questa posizione, ha affermato giovedì a Rabat il ministro degli Affari Esteri, della Cooperazione africana e dei Marocchini residenti all’estero (MRE), Nasser Bourita.

Con questa risoluzione, il Consiglio di sicurezza, e attraverso di essa l’intera comunità internazionale, mette in evidenza tre messaggi importanti, il primo dei quali riguarda il processo delle tavole rotonde come unico ambito per raggiungere una soluzione politica alla controversia regionale sul Sahara marocchino,  ha affermato il Ministro in una dichiarazione alla stampa a margine dell’incontro della Commissione Affari Esteri, della Difesa Nazionale, degli Affari Islamici e dei MRE alla Camera dei Rappresentanti, dedicato alla revisione del progetto di bilancio del Ministero per il 2020. “Ricordo che il processo di Ginevra è innanzitutto un formato che coinvolge tutte le parti interessate, in particolare l’Algeria, chiamata a svolgere un ruolo commisurato alle sue responsabilità in questa controversia. Il processo delle tavole rotonde è quindi un mandato per raggiungere una soluzione politica, realistica, pratica e sostenibile basata sul compromesso, come precisato nel paragrafo operativo 2 della risoluzione “, ha affermato.

“Il processo delle tavole rotonde è, infine, uno stato mentale che deve allontanarsi dalle retoriche sterili e allontanare tutti gli approcci obsoleti e tutte le opzioni chimeriche”, ha insistito.

Il secondo messaggio della risoluzione, ha continuato Bourita, è il ritorno a una proroga di 12 mesi del mandato della Minurso. “Si tratta di un segnale forte sull’interesse del Consiglio di Sicurezza alla serenità del processo politico. È anche una presa in considerazione del particolare contesto regionale che merita maggiore chiarezza e visibilità affinché i diversi attori siano in grado di partecipare pienamente e in tutta responsabilità alla ricerca della soluzione politica “, ha affermato il ministro.

Il terzo messaggio della risoluzione riguarda la conservazione e il consolidamento dei risultati del Marocco, ha aggiunto, rilevando che la risoluzione ribadisce in particolare la preminenza dell’iniziativa sull’autonomia, conferma l’invito a un censimento delle popolazioni dei campi di Tindouf e ribadisce le ingiunzioni del “polisario” per astenersi da qualsiasi atto di provocazione che possa destabilizzare il processo delle Nazioni Unite. In questo modo, ha affermato, il Consiglio di sicurezza ribadisce l’importanza della posizione marocchina e conferma la dinamica positiva e il sostegno sempre più forte ai fondamenti di questa posizione.

In tale contesto, Bourita ha osservato che in occasione dell’adozione della presente risoluzione, che arriva alla vigilia della commemorazione del 44 ° anniversario della Gloriosa Marcia Verde, il Regno del Marocco ribadisce il suo attaccamento al processo politico nel quadro dei parametri definiti da Sua Maestà il Re Mohammed VI, in particolare: nessuna soluzione al di fuori dell’autonomia nel rispetto della sovranità del Marocco; Nessun processo senza un coinvolgimento pieno e responsabile di tutti gli attori; Nessun quadro al di fuori delle Nazioni Unite e nessuna discussione su questioni periferiche o strumentalizzate.

bourita-504x298-1-3-2-504x298-1-504x298-1-504x298-504x298-1-504x298-1

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma