MAROCCO NEWS

Sahara: la pertinenza della posizione marocchina confermata ancora dal Consiglio di sicurezza

4 novembre 2020

Nazioni Unite (New York) 04/11/2020- Con l’adozione da parte del Consiglio di Sicurezza della risoluzione 2548 sulla questione del Sahara, che giunge alla vigilia della celebrazione del 45 ° anniversario della gloriosa Marcia Verde, l’organo esecutivo delle Nazioni Unite ha ribadito ancora una volta la rilevanza della posizione marocchina e la consacrazione dei parametri fondamentali della soluzione politica a questa disputa regionale.

Infatti, in questa nuova risoluzione, il Consiglio di sicurezza riafferma che la soluzione a questa controversia regionale deve essere imperativamente politica, realistica, pragmatica, duratura e basata sul compromesso. Ciò conferma, ancora una volta, che il Consiglio di Sicurezza, e l’ONU nel suo insieme, hanno definitivamente sepolto tutti i piani obsoleti, risalenti a prima del 2007.

A tal proposito, il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha confermato, per il quattordicesimo anno consecutivo, la preminenza dell’iniziativa sull’autonomia, presentata dal Regno l’11 aprile 2007, accogliendo con favore gli “sforzi seri e credibili” del Marocco, incarnato da questa iniziativa, che rispetta il diritto internazionale, tiene pienamente conto delle specificità della regione marocchina del Sahara e garantisce alle popolazioni di questa regione prerogative molto ampie in tutti i settori.

Si tratta della coerenza dell’approccio del Consiglio di sicurezza nel preservare i risultati del Marocco, in particolare la sua iniziativa di autonomia come base di qualsiasi soluzione politica, nonché nella riaffermazione dei parametri di realismo, pragmatismo e compromesso, che caratterizza l’iniziativa marocchina.

In effetti, e come il Marocco ha ribadito in molte occasioni, l’autonomia, nel quadro dell’integrità territoriale e della sovranità nazionale del Regno, rimane l’unica soluzione a questa controversia regionale.

Questa posizione è rafforzata anche dal costante sostegno internazionale, espresso da diversi Paesi, in particolare da membri permanenti del Consiglio di Sicurezza, che hanno ribadito in occasione dell’adozione della risoluzione 2548 il proprio appoggio all’iniziativa marocchina. autonomia.

Allo stesso modo, la risoluzione del Consiglio di Sicurezza consacra ancora una volta l’Algeria come parte principale del processo volto a raggiungere “una soluzione politica, realistica, pragmatica e duratura” alla questione del Sahara sulla base del compromesso.

In effetti, il testo della risoluzione 2548 cita l’Algeria cinque volte, mentre questo paese non è stato affatto menzionato nelle risoluzioni precedenti al 2017.

L’organo esecutivo delle Nazioni Unite chiede quindi all’Algeria di assumere un ruolo commisurato al suo coinvolgimento politico, diplomatico, militare e umanitario in questa controversia regionale. Perché, per il Marocco, nessun processo politico è possibile senza il coinvolgimento effettivo e costruttivo di questo Paese.

La risoluzione del Consiglio ha inoltre accolto con favore il nuovo impulso dato alle tavole rotonde tra Marocco, Algeria, Mauritania e “Polisario”, riaffermando così la consacrazione di queste tavole rotonde come l’unico processo volto a trovare una soluzione. politica di consenso sulla controversia regionale sul Sahara marocchino.

A tal proposito, i Quindici hanno accolto con favore il nuovo slancio creato dalle due tavole rotonde sulla questione del Sahara, tenutesi a dicembre 2018 e marzo 2019 a Ginevra su iniziativa dell’ex Inviato Personale del Segretario Generale del ONU, Horst Köhler, pur accogliendo “l’impegno” del Marocco ad aderire al processo politico delle Nazioni Unite “in modo serio e rispettoso”.

La risoluzione rileva inoltre che l’ex Inviato personale aveva concordato con il Marocco, l’Algeria, la Mauritania e il “Polisario” di tenere una nuova riunione “nello stesso formato” delle tavole rotonde di Ginevra e ha chiamato il prossimo Inviato personale basarsi sui progressi compiuti dal suo predecessore nel processo della tavola rotonda e, quindi, iniziare da dove si era interrotto Köhler.

consiglio di sicurezza ONU Marocco sahara marocchino

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma