MAROCCO NEWS

Verso la Cop23

17 novembre 2017

Bonn, 15/11/2017 – Prima di passare il testimone della nuova presidenza della COP23 alle Fiji, diversi capi di Stato e di governo rappresentanti dell’Europa, dell’Africa e del mondo arabo, così come delle Nazioni Unite, hanno plaudito, mercoledì a Bonn, all’azione per il clima e alla leadership del Marocco nell’ambito della sua presidenza della 22° Conferenza delle Parti della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (COP22), tenutasi lo scorso anno a Marrakech.

In presenza di S.A.R. la Principessa Lalla Hasnaa (in rappresentanza di S.M. il Re), il Presidente dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, Miroslav Lajcak, ha elogiato la leadership del Marocco nell’azione per il clima nel quadro della sua presidenza della Conferenza delle Nazioni Unite a Marrakech, la prima dopo la conclusione dell’Accordo di Parigi sul clima nel 2015.

La cancelliera tedesca SE Angela Merkel ha sottolineato, in tale occasione, la partnership co-presieduta dal Marocco e dalla Germania, lanciata lo scorso anno a Marrakech per contribuire all’attuazione dei piani nazionali di azione per il clima (NDC).

Da parte sua, il presidente francese SE Emmanuel Macron ha elogiato “l’impegno del Marocco” che ha ospitato la COP 22 e “che continua ad agire a livello internazionale a favore del clima”.

Il presidente del Niger, SE Issoufou Mahamadou, ha sottolineato, da parte sua, l’impegno del Marocco sul clima a favore dell’Africa.

Il presidente dello Yemen, SE Abderabuh Hadi Manssour, ha ringraziato il Marocco per aver ospitato e brillantemente organizzato la COP22 in previsione di confortare gli sforzi compiuti per affrontare la minaccia del riscaldamento globale, soprattutto per i Pesi più esposti.

SAR-la-Princesse-Lalla-Hasnaa-représente-SM-le-Roi-COP-23-M3

©Ambasciata del Regno del Marocco - Italia - Via Brenta n° 12/16 – 00198, Roma - Tel: (+39) 06.85508001 / 06.8550801 - Fax: (+39) 06.4402695 - e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma